Docenti e Corsi

DIDATTICA DELLA MUSICA
ED INSEGNANTE EFFICACE

L’insegnamento e l’apprendimento sono due dimensioni dello stesso processo educativo, una condizione complessa e multidimensionale; al suo interno l’individuo può entrare in contatto con il sistema culturale e sociale proprio del contesto di appartenenza, acquisendo e condividendo significati, simboli e linguaggi.

Una condizione di insegnamento efficace si può verificare quando l’insegnante mette in gioco una serie di caratteristiche professionali e personali che siano in grado di promuovere l’apprendimento nello studente e la sua autonomia nell’attività educativa.

Vi sono alcuni aspetti correlati all’attività professionale del docente che possono contribuire allo sviluppo di un ambiente di apprendimento maggiormente adattivo, offrendo una vasta gamma di opportunità formative.

In tale condizione, il docente non deve più limitarsi a trasmettere contenuti e abilità a livello accademico, ma supportare il percorso complessivo di crescita personale dello studente, rispettandone desideri, opinioni e abilità.

Nell’ambito dell’educazione musicale l’insegnamento efficace si pone come obiettivo quello di contribuire all’apprendimento degli studenti e di supportare lo sviluppo di un contesto di apprendimento positivo ed adattivo per ogni allievo.

L’analisi dei principali elementi dell’insegnamento efficace deve considerare gli aspetti specifici della didattica della musica vocale e strumentale.

Per prima cosa, questo tipo di lezioni è caratterizzato da una relazione insegnante-studente di tipo uno-a-uno, una condizione molto differente da quella delle lezioni collettive.

Secondo, gli obiettivi di apprendimento includono sia l’acquisizione di concetti teorici (teoria musicale, ear training, capacità di discriminazione e riproduzione del ritmo), sia di abilità pratiche (inerenti la tecnica strumentale e vocale).

Terzo, le credenze degli insegnanti di musica sembrano influenzare il metodo didattico utilizzato durante le lezioni, tuttavia si attribuisce maggiore importanza allo sviluppo dell’identità musicale dello studente, per tanto l’obiettivo è che venga adottato un metodo didattico centrato sull’allievo.

Infine, nel processo di apprendimento, vi sono degli aspetti psicologici, emozionali e motivazionali dello studente che possono sostenere o ostacolare il percorso formativo musicale (ad esempio, l’ansia da performance e la motivazione accademica). Con riferimento all’insegnamento efficace nella didattica musicale, l’ approccio include studi focalizzati su aspetti specifici allo scopo di comprendere il loro impatto sull’insegnamento musicale. A partire da questa prospettiva, i risultati hanno fatto emergere diverse componenti dell’insegnamento efficace in musica.

Questa dimensione include tutte le istruzioni e i feedback necessari nel processo di apprendimento e, allo stesso tempo, lo scambio di sensazioni, riflessioni, criticità e richieste che rappresentano le basi per una relazione positiva tra docente e allievi.

Oltre agli aspetti precedentemente discussi, sono stati considerati anche le seguenti componenti connesse all’organizzazione didattica: strategie educative dell’insegnante, la struttura della lezione e lo schema ciclico di studi esaminano singole componenti.

Per tanto il CML adatta ogni lezione in base alle esigenze dell’allievo, alle sue inclinazioni e ai feedback da esso ricevuti, creando un ambiente, ove vengano sodisfatti tutti gli ambiti musicali e l’allievo sia accompagnato, nel percorso di formazione, in modo gratificante e programmato in base alle sue caratteristiche.